Allattamento, denti e morsi

bambino denti morsi allattamento

Con l’eruzione dei denti, alcuni bambini tendono a mordere durante la poppata e l’allattamento diventa sfidante

Partiamo col dire che la dentizione non è associata automaticamente all’insorgere di morsi al seno. Molti bambini non fanno nulla di tutto ciò. Come sempre, è soggettivo.

Nel caso in cui questo dovesse accadere, è importante accogliere la fase in modo proattivo (sappiamo benissimo quanto faccia male un morso al capezzolo! Solo chi l’ha provato può capire), al contempo può essere utile provare a gestire con delicatezza la reazione istintiva che istintiva al dolore spaventi il bambino e causi un momentaneo “sciopero” del seno.

Quando il morso ci fa scappar un urlo

Parliamoci chiaro, questa informazione non viene condivisa per far nascere eventuali “sensi di colpa” (noi mamme siamo già sempre in balia di essi, per favore, non facciamolo!)

Prendiamo questa indicazione, al massimo, come una chiave di lettura costruttiva per comprendere eventualmente la situazione che si sta vivendo. Inoltre, se mai dovesse essere successo (cosa assolutamente comprensibile), sappi che si tratta di una fase temporanea!

Accogli te stessa e il tuo bambino/la tua bambina, con pazienza e amore (lo ribadisco, anche verso te stessa)!

Il metodo Paced per gestire i morsi durante l'allattamento

Purtroppo (e per fortuna), non esistono formule magiche, né strategie assolutamente valide per tutti: ogni Diade deve trovare la propria quadra, anche per quel che riguarda la fase della dentizione e gli eventuali morsi.

Forse può essere utile prendere qualche spunto da quello che viene chiamato il metodo “PACED”, ossia:

  • Posizionamento: verifica come si attacca il tuo bambino. Col passare del tempo, una ci fa sempre meno caso. In queste circostanze è utile dare un’occhiata in più. Posizionare in modo che il capezzolo sia rivolto verso il palato e attendere la bocca spalancata prima di attaccarlo. Quando il bambino viene attaccato correttamente e poppa attivamente, prendendo latte dal seno e deglutendo, è fisicamente impossibile mordere.
  • Agisci prontamente – Prova a cercare quegli indizi che ti suggeriscono che il tuo bambino sta per mordere – di solito dopo che si è già un po’ saziato- quando senti che fa una pausa e la sua mascella è tesa, puoi provare ad interrompere momentaneamente (valutando se vuole ancora continuare attivamente o meno) la poppata, mettendo il dito all’angolo della bocca (non staccarlo in modo repentino, se no rischi di farti molto male al capezzolo).
  • Conforta: il tuo bambino non sa che ti fa male. Potrebbe essere sorpreso e scontento di aver interrotto la poppata. Accompagnalo in questa fase in modo delicato ed empatico. Coccolandolo e accogliendolo, si può dire con un tono fermo “non mordere, mi fai male”. Alcuni bambini gradiscono un massaggiagengive freddo. Naturalmente offri il seno in base alla sua richiesta
  • Effettua la Compressione del seno- Mantenere il flusso del latte può aiutare. Il bambino non può mordere se sta poppando attivamente. Se il tuo bambino sembra rallentare la suzione (la tensione della mascella può essere presente oppure no), può essere utile eseguire delle compressioni al seno per aumentare il flusso di emissione, cosa che lo invoglierà a poppare fino a quando non si sarà saziato. Puoi anche spremere un po’ per attivare il riflesso di emissione sul seno opposto e spostare il bambino lì.
  • Distrazione:  l’interazione a questa età è alta e partecipata. Parla con lui/lei, spiega come ti senti…ma anche gioca, coccolatevi…durante la poppata! Alcune mamme trovano utile utilizzare la collana di allattamento È uno dei vostri momenti di unici!

E tu, come hai vissuto o stai affrontando questa fase?

Torna in alto